Cos’è la lamiera e quanti tipi ne esistono

Le lamiere sono utilizzate in molti ambiti lavorativi. Infatti, le troviamo nelle fabbriche e nelle aziende di vario genere, per la produzione di elementi di diverso tipo. Ma che cos’è esattamente una lamiera? Come viene prodotta? Quante tipologie di lamiera ci sono? Entriamo subito nel dettaglio per conoscere tutto ciò che c’è da sapere sulla lamiera e sulle sue lavorazioni.

Per introdurre l’argomento di questo articolo, ovvero le diverse tipologie di lamiere esistenti, occorre prima definire che cosa sia una lamiera. Ebbene, si tratta di una placca metallica derivata dalla trasformazione di bramme, ovvero semilavorati d’acciaio a sezione rettangolare; tale lavorazione si effettua attraverso una colata continua di metallo allo stato liquido.

A seconda dell’utilizzo, le piastre possono essere sottoposte a diversi trattamenti e, di conseguenza, presentare caratteristiche differenti.

Caratteristiche di una lamiera

Le lamiere più usate sono d’acciaio. Tuttavia, esistono anche quelle realizzate con altri materiali. In base alle caratteristiche, queste lamine metalliche vengono classificate in diverse categorie. I parametri da prendere in considerazione per determinare i tipi di lamiera sono:

  • Materiale: esistono molti materiali che possono essere utilizzati per la realizzazione di lamiere tra cui acciaio, alluminio, ottone, rame. Inoltre sono inclusi anche materiali preziosi come argento, oro e platino;
  • Processo produttivo: questo viene definito in gergo laminatura e può avvenire in due modi, laminatura a caldo e laminatura a freddo.
  • Rivestimento: anche in questo caso il rivestimento, o finitura superficiale, può essere di svariate tipologie, zincato, lucido, satinato, laccato, ramato e non finiscono qui;
  • Forma: inutile dire che grazie a procedure come il taglio laser e la piegatura è possibile ottenere lamiere di qualsivoglia forma e dimensione.
  • Spessore.

Diversi tipi di lamiera

Nella carpenteria leggera, oltre alla lamiera in acciaio inossidabile che è sicuramente la più diffusa, i tipi di lamine più apprezzati e utilizzati sono:

– Lamiere laminate a caldo: Il calore permette di assottigliare molto lo spessore ed è perciò possibile ottenere delle lamiere molto sottili. Spesso questo tipo di lavorazione viene seguita dalla laminazione a freddo.

– Lamiere laminate a freddo: Con questa lavorazione le lamine divengono malleabili e duttili. Pertanto, è possibile dare ad esse una forma specifica senza troppe difficoltà.

– Lamiere di rame: Utilizzate quando c’è la necessità di avvalersi di una buona conducibilità elettrica.

– Lamiere di alluminio: In realtà non sono solo fatte con l’alluminio, perché altrimenti risulterebbero troppo malleabili e quindi inutilizzabili. Il metallo viene quindi associato ad altri elementi. Questo tipo di lamiera è molto utilizzata nell’edilizia.

Taglio laser e piegatura lamiere a Bergamo

Su tutte le tipologie di lamiere, Carlas srl taglio laser e piegatura, con sede a Ciserano, in provincia di Bergamo, esegue ogni tipo di lavorazione: taglio laser, piegatura, curvatura, punzonatura e consulenza tecnica per la progettazione.

Contattaci subito per saperne di più!